giovedì 28 aprile 2011

la lampadina

voglio mettervi alla prova.
sono giorni, che ho diffuso tra i miei amici questo germe.
che in realtà non credevo tale, fin quando non ho visto gli effetti devastanti che sta producendo intorno a me.
hihihihihi..

un indovinello.
è una cosa seria, è un esempio che viene utilizzato spesso nei corsi di marketing, per esprimere un certo tipo di pensiero di cui però non voglio parlare ora e qui.
quindi non imbrogliate. non ci sono trucchi, inganni o giochi di parole.
seguite il filo del pensiero e troverete la risposta logica.
la risposta è sicura, non ci sono margini di errore.
pronti?
bene.

eccolo:
c'è una lampadina in una stanza.
l'interruttore che la accende si trova in un'altra stanza dalla quale, ovviamente, non si può vedere la lampadina.
gli interruttori in realtà sono tre, ma solo uno accende la lampadina.
si può andare una sola volta a controllare la lampadina.
come faccio a sapere con certezza quale è l'interruttore che la accende?


condizioni iniziali:
lampadina spenta 
interruttori spenti


chi lo conosce già per favore si astenga, sono così curiosa di sapere come pensate.
in questi giorni sto sentendo le cose più assurde.
e.

NB: la soluzione è già nei commenti, per cui chi volesse cimentarsi, eviti di leggere.

16 commenti:

  1. Io rimango nella stanza degli interruttori senza muovermi di lì e faccio piazzare un'altra persona nella stanza della lampadina (la quale anche non si muove di lì) che mi griderà quando s'accenderà la lampadina ad ogni mio singolo tentativo (in questo caso, tre)... :P

    Scherzi a parte, mi sembra di averlo già sentito 'st'indovinello tempo fa; ora cerco però di ricordarmi con esattezza la soluzione... :D

    RispondiElimina
  2. ahahahah :) bella questa.. sei originale però :P

    RispondiElimina
  3. Personalmente prima vorrei capire qual è l'obiettivo. Accendere la luce o scoprire quale interruttore accende la luce...
    Inoltre bisognerebbe capire se dalla stanza degli interruttori non si vede la lampadina ma, per esempio, si vede se la luce si accende (il vedere la lampadina non è prerogativa unica per vedere se la stessa si è accesa).
    Quindi bisogna rispondere senza sapere queste variabili o si possono fare delle domande?

    RispondiElimina
  4. si possono fare delle domande.
    l'obiettivo è scoprire quale interruttore accende la luce.
    non si vedono bagliori dalla stanza degli interruttori, le stanze potrebbero essere anche lontane, è irrilevante.

    RispondiElimina
  5. Ok allora domanda: gli interruttori sono tutti uguali e tutti nella stessa posizione?
    La lampadina è avvitata?
    Gli interruttori possono tutti e 3 cambiare posizione o ce ne sono alcuni bloccati?
    Gli interruttori che non accendono la lampadina in questione hanno altre utilità relative alla stanza in cui sono?

    RispondiElimina
  6. non ci sono trucchi.
    interruttori tutti uguali e tutti nella stessa posizione nessuno è bloccato.
    e non hanno altre utilità.
    la lampadina avvitata.

    non ci sono cose che non ho detto. con le informazioni scritte nel post. si arriva alla soluzione.
    :))

    RispondiElimina
  7. secondo me la domanda da fare è una sola: la lampadina è a incandescenza (quindi probabilmente fuorilegge) o comunque un tipo di lampadina che si scalda quando rimane accesa per un po'? E detto questo ho quasi dato la mia eventuale risposta...

    RispondiElimina
  8. bert..la seconda che hai detto.

    RispondiElimina
  9. ah, ecco, allora ti dico che accendo un interruttore e lo lascio acceso per un po', poi lo spengo, accendo il secondo e vado a controllare.
    A questo punto se la lampadina è accesa è il secondo; se è spenta, ma calda è il primo; se è spenta e fredda è il terzo.

    RispondiElimina
  10. bert. ho sempre pensato che i soldi che tua madre ha investito su di te, siano stati ben spesi.
    bravo!! :))

    RispondiElimina
  11. Naaaa... io dico che ha barato... lo conosceva, probabilmente... :D

    @e.: Sì, i soldi per le cure psichiatriche... eheh... ;P
    Grazie per aver notato la mia grande creatività! :D

    RispondiElimina
  12. oppure: clicco su interruttore e vado a controllare; per "luce spenta" provo con il secondo: se questo accende la luce in quella stessa stanza allora l'interruttore giusto è l'ultimo!!! e non ho avuto bisogno nemmeno della scala! (naturalmente questo presuppone che almeno uno dei 3 interruttori accenda/spenga la lampadina della stanza di partenza... in caso contrario beh, prendetevela con l'elettricista)

    RispondiElimina
  13. no rupies, non ho capito.
    puoi andare una sola volta nella stanza quindi non puoi sapere se il secondo a acceso o meno la lampadina.

    RispondiElimina
  14. uff non c'avevo pensato al calore. Comunque quello che intendeva rupies era simile a quello che pensavo io e cioè che uno dei tre interruttori potesse avere un'utilità relativa alla stanza in cui si trova e non alla stanza con la lampadina...

    RispondiElimina
  15. ahhh...capito.. no l'altra stanza non c'entrava nulla...
    era lineare il ragionamento, la creatività stava nel non pensare solo alla luce..

    ps: ehm ...scusate la mia ortrografia nei commenti (oltre che nei post..ovviamente)

    RispondiElimina
  16. appunto...
    o-r-t-o-g-r-a-f-i-a

    U_U

    RispondiElimina