giovedì 18 febbraio 2016

vietato calpestare i sogni

vi ricordate la festa dell'albero...?

bene stamattina, quell'alberello, il ciliegio piantato dai bambini e che a breve avrebbe fiorito, non c'era più.

una bella buca al suo posto.

ora mi chiedo, a prescindere dal valore economico (irrisorio), a chi mai verrebbe in mente di rubare un albero piantato dai bambini...?

sono basita.

lo sanno anche i ladri che non si ruba ai bambini.

anche quando sono entrati in casa mia, i ladri,  hanno trovato il salvadanaio di tommaso, lo hanno aperto e lasciato sul tavolo, pieno di soldi, intonso.

quindi che tipo di persona si permette di rubare ad un bambino?

e poi un albero.

un albero, simbolo di vita, di crescita, di aria, di libertà.
ma perché...?

in giornate come queste, mi chiedo sempre di più perché non sono partita, perché non ho lasciato questa città, e questa italia per vivere in un posto più civile quando ne ho avuto l'occasione.

mi chiedo cosa mi trattiene qui, perché insistere a cercare di cambiare qualcosa di marcio fino al midollo, qualcosa che non cambierà mai...o almeno non nell'immediato e forse neppure nel futuro dei nostri figli. perché ostinarsi

che amarezza.

e.





3 commenti:

  1. perché per ogni povero idiota come quello ci sono piccoli e resistenti gruppi di famiglie, insegnanti e bambini che i sogni continuano a piantarli.
    credo.

    susibita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina